Oggi per la rubrica #storieincredibili conosciamo un viaggiatore pordenonese, Alberto Cancian. Alberto è un ragazzo trentenne nato nella provincia di Pordenone dove ha sempre vissuto. Ha conseguito una Laurea nel settore del Turismo, durante la quale, ha iniziato a organizzare eventi in discoteca nella realtà pordenonese diventando un volto noto ai giovani locali. La personalità di Alberto si può definire come una di quelle persone che amano divertirsi e che vanno d’accordo con tutti senza troppe storie.

Dopo la laurea decide di fare un viaggio, ma non le classiche vacanze romane. Parte per un progetto di volontariato in Colombia, con lo scopo di aiutare le comunità locali e documentare il tutto per una pubblicazione.

Torna cambiato, e rafforza la sua voglia di conoscere il mondo e le realtà più difficili, per poter dare il suo contributo a chi è meno fortunato. Infatti ora è in Asia per una nuova esperienza. La sua visione positiva della vita è da esempio, mi piace la sua citazione da cui traspare una visione positiva della vita.

I sogni si avverano, basta avere un po’ di forza di volontà.

1. PRESENTATI BREVEMENTE

Sono Alberto, sono nato nel 1985 a Pordenone e qualche tempo dopo essermi laureato in Progettazione e Gestione del Turismo Culturale a Udine sono partito per compiere un progetto di volontariato in Colombia, nell’Amazzonia.

Alberto Cancian, volontariato in Colombia

✈ ✈ ✈

2. PERCHE’ UN PROGETTO DI VOLONTARIATO IN COLOMBIA E DI COSA SI TRATTA?

Soprattutto il fatto che conoscevo padre Bruno Del Piero, un missionario mio compaesano che viveva nelle missioni di volontariato in Colombia da cinquant’anni. L’Istituto per il quale operava padre Bruno, i Missionari della Consolata di Torino, mi hanno chiesto di scrivere l’ inedita storia della loro presenza in due regioni dell’Amazzonia colombiana!

✈ ✈ ✈

3. LA COLOMBIA NON HA SICURAMENTE LA REPUTAZIONE DI ESSERE UNO STATO SICURO. COM’E’ STATA L’INTEGRAZIONE CON LA COMUNITA’ LOCALE?

Con la comunità locale è stato splendido, ci siamo voluti bene da subito e siamo rimasti molto legati. Certo, la situazione sociale è complessa.

✈ ✈ ✈

4. LE PRINCIPALI DIFFICOLTÀ A CUI HAI FATTO FRONTE? COME LE HAI SUPERATE?

Sicuramente i problemi di salute legati al cambiamento di ambiente che il nostro corpo deve affrontare, inclusi infezioni e malattie infettive. Con tanta pazienza, positività e coraggio.

✈ ✈ ✈

5. LA SITUAZIONE CHE PIU’ TI HA SEGNATO IN QUESTA ESPERIENZA.

Sono tante, però probabilmente l’apporto che mi hanno dato tutti quelli che ho conosciuto, in primis padre Bruno, con il quale ho vissuto sei mesi fino al suo ultimo giorno.

✈ ✈ ✈

6. TI SENTI DIVERSO DOPO QUESTO VIAGGIO/ESPERIENZA? COME TI HA CAMBIATO?

Completamente. Soprattutto il rapporto con la natura di cambia, ti senti parte del mondo, e con la gente, relativizzi i tuoi problemi “occidentali” e diventi più consapevole

✈ ✈ ✈

7. PRIMA IN COLOMBIA, ADESSO IN ASIA. RACCONTACI DEL TUO NUOVO PROGETTO DI VIAGGIO E COSA TI ASPETTI.

Memore del risultato più bello della mia esperienza di volontariato in Colombia, ovvero l’aver conosciuto delle realtà diverse ed esser cresciuto grazie a queste ho voluto replicare il tutto in Asia, quindi attraverserò il Sud Est Asiatico, l’India del Nord e l’Himalaya con le stesse finalità, culturali, antropologiche, di crescita.

Non mi aspetto niente, le aspettative annullano la favola, però sono sicuro che mi cambierà!

✈ ✈ ✈

8. COSIGLIERESTI IL TUO STESSO PERCORSO A CHI STA PENSANDO DI FARLO?

Questo lo potrò dire una volta a casa, del resto, sono appena partito!

✈ ✈ ✈

9. I TUOI CONTATTI PER CHI VUOLE SEGUIRE LA TUA NUOVA AVVENTURA.

Certo, la pagina Facebook “Alberto Cancian“, dovrebbe essere la più aggiornata.
Grazie a Giramundo ed un grande abbraccio

✈ ✈ ✈

10. CONTENUTO BONUS. L’INTERVISTA DI ALBERTO PER TV2000, IL MONDO INSIEME.

✈ ✈ ✈

Di seguito altre storie della rubrica #storieincredibili:

 

Commenti

comments

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

error: Il contenuto è protetto ;)