Cosa Vedere a Gozo: cosa fare, come arrivarci e le spiagge

blank

Seconda isola per importanza dell’arcipelago maltese, l’isola di Gozo è una meta irrinunciabile per tutti coloro che sognano un momento dedicato alle bellezze naturali in un contesto rurale e mediterraneo. Del resto, Gozo sembra quella che era Malta molto tempo fa: un luogo dove il tempo sembra passare più lentamente.

Gozo, situata a soli 4 chilometri a nord-ovest dell’isola di Malta, è raggiungibile con un traghetto che parte da Cirkewwa, villaggio a estremo nord della costa maltese. In questo articolo scopriamo cosa vedere a Gozo addentrandoci nelle meraviglie di questa fantastica isola.

La guida completa su Gozo: cosa vedere e come spostarsi

Come raggiungere Gozo

Da Valletta

Virtu Ferries

Dal 1° giugno 2021 è disponibile una nuova rotta che permette di raggiungere Gozo da Valletta con il serivizo di traghetto veloce in soli 45 minuti. 

  • Tariffa andata e ritorno da Valletta per Gozo è di 12 euro per gli adulti e 6 euro per i bambini.
  • Per chi è in possesso di una carta Tallinja, il prezzo è di 11 euro per gli adulti e 5,50 euro per i bambini.
  • I neonati viaggiano gratis.

I biglietti sono acquistabili direttamente al terminale di Valletta o tramite il loro sito ufficiale.

Gozo Fast Ferry Ltd

Un servizio simile con Gozo Fast Ferry mette a disposizione un servizio simile con tariffe più convenienti che parte dallo stesso terminale. Per ottenere più informazioni vi rimandiamo al loro sito ufficiale.

  • Tariffa andata e ritorno da Valletta per Gozo è di 12 euro (10 euro online) per gli adulti e 6 euro per i bambini (4-10 anni).
  • I bambini fino ai 4 anni.

Da Mellieha

Si può raggiungere Gozo prendendo il traghetto che parte all’estremo nord di Mellieha, operato da Gozo Channel, il cui terminale è locato a Cirkewwa. Potete arrivarci in autobus da tutta l’isola. Le linee di autobus che portano al terminale sono queste:

  • Da Valletta a Cirkewwa: 41 o 42
  • Da Sliema e St Julian’s a Cirkewwa: 222
  • Da Bugibba/Qawra/St Paul a Cirkewwa: 221
  • Dall’aeroporto a Cirkewwa: X1

Una volta arrivati all’ultima fermata, Cirkewwa 1, vi sarà facile individuare l’ingresso del terminale. Da li parte solo una linea e ha destinazione Gozo: non potrete sbagliare.

I traghetti sono in partenza tutti i giorni ogni 45 minuti circa, anche durante i festivi. Per consultare gli orari sul sito ufficiale cliccate qui.

Il biglietto, che pagherete solo al ritorno, costa 4,65 euro a persona adulta e per bambini da 3 a 12 anni 1,15 €. Potete visionare tutte le tariffe sul sito ufficiale.

Andare a Gozo in macchina e/o in scooter

Se a Malta avete noleggiato un mezzo, che sia un macchina o uno scooter, potete raggiungere l’isola con il vostro veicolo. Per imbracare il mezzo vi è una corsia accanto all’ingresso principale e seguendola arriverete direttamente sul traghetto. Da li potrete accedere al livello superiore del traghetto dove si trovano i posti a sedere, il bar, i bagni e un’edicola.

Durante i weekend o giornate particolarmente trafficate, potreste trovare un po’ di coda, ma generalmente la capienza dei traghetti è ampia. Anche qui, come per i passeggeri senza un veicolo, pagherete al ritorno, come segue:

  • Tariffa auto + conducente: 15.70€ (i passeggeri aggiuntivi saranno soggetti a tariffa normale di 4.65€ ciascuno);
  • Tariffa moto + conducente: 8.15€ (i passeggeri aggiuntivi saranno soggetti a tariffa normale di 4.65€ ciascuno).

AGGIORNAMENTO COVID-19: Per viaggiare è necessaria la mascherina, che dovrà essere usata all’interno del traghetto durante tutto il viaggio. Se andate nei posti a sedere all’aperto potete rimuoverla.

Cosa vedere a Gozo

Nonostante la dimensione addirittura più ridotta di Malta, a Gozo ci sono tante cose da vedere. I principali luoghi di interesse turistico e naturalistico sono visitabili in una giornata a patto che vi organizziate nei minimi dettagli. Abbiamo raggruppato i must da vedere, poi a seconda del vostro tempo deciderete cosa vedere.

Victoria: la capitale

blank

Vi consigliamo di iniziare il vostro tour di Gozo con la capitale, Victoria (o Rabat), che si trova nel centro dell’isola. Con le sue case tipiche e la sua atmosfera rurale, Victoria è una città unica da visitare. Dalla stazione degli autobus, il centro è raggiungibile in soli 10 minuti a piedi. Arriverete alla piazza centrale, Pjazza Indipendenza, dove si svolge ogni mattina un mercato. Dietro la piazza si trova la Basilica di San Giorgio, che è una delle chiese più importanti di Gozo.

Sentitevi liberi di passeggiare e perdervi tra le strette e tortuose stradine che vale la pena vedere. In questa zona dove troverete molti ristoranti, caffè e negozi di souvenir.

Cittadella

blank

Victoria comprende anche la Cittadella, una città fortificata che domina la città. Da qui si gode di un panorama a 360 gradi sulle campagne gozitane e sui suoi villaggi.

Questa città medievale fu costruita su un altopiano come punto di controllo per i Cavalieri di San Giovanni per proteggere gli abitanti dall’invasione dei nemici.

Recentemente restaurata, è ora possibile camminare nelle strade strette della città ed esplorare le fortificazioni. L’ingresso alla città è ovviamente gratuito. Dalle porte d’ingresso, vi si arriva ad una grande piazza dove si erge la Cattedrale dell’Assunzione della Vergine Maria, costruita dal famoso architetto maltese Lorenzo Gafà.

Nella Cittadella troverete anche musei e altri luoghi d’interesse tra cui:

  • Cattedrale dell’Assunzione della Vergine Maria risalente al 17° secolo progettata dal famoso architetto maltese Lorenzo Gafà (vedi foto);
  • La vecchia prigione Il palazzo di giustizia (Governors Palace);
  • L’ex palazzo dei vescovi;
  • Il vecchio magazzino di polvere da sparo e rifugi risalenti alla seconda guerra mondiale;
  • Silos dismesso dove una volta venivano stoccati i cereali;
  • Museo Naturale di Gozo
  • Museo dell’archeologia

Vi consigliamo di camminare lungo il perimetro della cittadina seguendo i percorsi pedonali.

Dwejra Bay

Nonostante il crollo della finestra azzurra, Dwejra Bay offre ancora un ambiente molto suggestivo. Non potendo più ammirare l’Azure Window, le attenzioni divergono su altre bellezze naturalistiche altrettanto uniche. Nella zona potrete vedere:

  • Fungus Rock prende il nome da un piccolo fungo scoperto dai Cavalieri di San Giovanni che era usato come cura per varie malattie dalle famiglie nobili.
  • L’Inland sea, o semplicemente in italiano il mare interno, è una piccola baia collegata al mare da un tunnel di roccia naturale di circa 80 metri. Il tunnel è abbastanza largo da consentire il passaggio di piccole imbarcazioni che, generalmente, fanno tour ed escursioni fino ad arrivare alla Fungus Rock.
  • Il Blue Hole è uno dei siti di immersione più famosi di Malta. Questo dolina marina, formata dalla corrosione, è collegata al mare aperto da un arco subacqueo. Se siete appassionati di immersioni, questo è un posto da non perdere!

Templi di Ġgantija (Unesco)

blank

I Templi Ġgantija, situati nel piccolo villaggio di Xaghra, fanno parte dei templi megalitici di Malta e sono uno dei siti archeologici più importanti dell’arcipelago maltese. Oggi patrimonio dell’UNESCO, questo sito archeologico fu costruito intorno al 3500 a.C. e prende il nome dalla leggenda che narra di abitanti giganti dotati di una forza incredibile, gli unici in grado di spostare megaliti di 50 tonnellate! Non perdetevi questo pezzo di storia di Gozo.

Baia di Xlendi

Ix-Xlendi è una bellissima baia dall’atmosfera tranquilla e rilassata. Antico piccolo porto di pesca, questa zona rimane un punto di riferimento per mangiare ottimo pesce fresco.

Troverete anche una piccola spiaggia sabbiosa con fondale basso e potrete anche fare immersioni.

Il santuario di Ta’ Pinu

ta pinu church

Situata nel mezzo delle campagne gozitane, la Basilica Ta’ Pinu è una vera chicca dell’isola di Gozo. Costruita tra il 1920 e il 1931, la chiesa è tutt’oggi un luogo di pellegrinaggio per i maltesi e gli abitanti di Gozo.

La sua storia risale al 1883, quando Karmni Grima, una donna del villaggio vicino a Gharb, udì la voce della Vergine Maria che proveniva dalla cappella, l’unica in costruzione. Negli anni seguenti, molti miracoli e atti di grazia si manifestarono sul luogo e le preghiere nella cappella avrebbero persino salvato Gozo dalla peste. La cappella divenne un luogo di pellegrinaggio così importante che fu deciso di ampliarla.

La piccola Cappella originale è rimasta parte della basilica e si trova dietro l’altare principale. La spianata di fronte alla basilica è stata recentemente restaurata e vanta magnifici mosaici e statue.

Il santuario fu visitato da Giovanni Paolo II nel 1990 e Benedetto XVI gli offrì una rosa d’oro quando venne a Malta nel 2010.

Saline di Marsalforn

blank

Marsalforn è una delle località più turistiche di Gozo, ma è una destinazione popolare anche per i maltesi stessi.

Oltre ai ristoranti e ai numerosi hotel, nelle vicinanze troverete una spiaggia di sabbia e ciottoli che offre un luogo piacevole per nuotare e rilassarsi. A ovest di Marsalforn si trovano le saline di Xwejni che si estendono per circa 3 km. Queste saline, che risalgono ai tempi dei Fenici e dei Romani, sono ancora oggi utilizzate da alcune famiglie.

La produzione di sale è parte integrante della tradizione gozitana che viene tramandata di generazione in generazione. È anche possibile acquistare sale direttamente dai produttori.

Spiagge di Gozo

Nonostante la piccola dimensione dell’isola, Gozo offre tante spiagge diverse tra loro. Se volete rinfrescarvi tra una visita e l’altra, potete farvi un tuffo in queste spiagge paradisiache.

  • Ramla bay (grotta Calipso), Xagħra – spiaggia di sabbia
  • San Blas, Nadur – spiaggia di sabbia
  • Hondoq Ir-Rummine, Qala – piccola spiaggia di sabbia
  • Per le altre vi rimandiamo alle spiagge di Gozo! 🙂

Spostarsi a Gozo

Spostarsi in autobus

Gozo è molto piccola tuttavia vi sconsigliamo di spostarvi con i mezzi di trasporto pubblico. La frequenza degli autobus è piuttosto scarsa e rischiate di passare più tempo alle fermate del bus che a visitare. Inoltre, la maggior parte dei collegamenti con i villaggi turistici partono solo dal terminale principale a Victoria. Vi sarà, quindi, necessario tornare al terminale di Victoria per cambiare linea, un’ulteriore perdita di tempo.

Spostarsi in macchina o scooter

I migliori mezzi di trasporto per muoversi a Gozo sono sicuramente la macchina e lo scooter. Le distanze dell’isola vi permettono di raggiungere i luoghi di interesse in modo rapido ed è abbastanza facile orientarsi.

Il traffico nell’isola è praticamente inesistente, l’unico punto dove potreste trovarlo è al ritorno all’imbarco del traghetto, soprattutto i giorni festivi e nel weekend, ma questo dipende dai giorni e orari in cui decidete di partire.

Spostarsi con un bus turistico

Se avete poco tempo e volete visitare l’isola in un solo giorno, vi consigliamo l’opzione dei bus turistici a due piani. Questa formula è la migliore se volete visitare le attrazioni principali in una giornata. L’abbiamo provato e possiamo dire che ci siamo trovati bene. Prezzo 18 euro con audio guida inclusa. Per più informazioni cliccate qui.

Escursioni a Gozo

Gozo è più tranquilla e meno frequentata di Malta rendendola il luogo ideale dove praticare più escursioni, visite guidate e attività all’aperto. Ecco alcune idee di attività che potreste fare durante le vostre vacanze:

  • hiking e arrampicata;
  • kayak e immersioni subacquee;
  • Visite guidate con quad il quale molto adatto per visitare Gozo;
  • Escursione in bici (elettrica): Gozo ha molte salite ripide e discese, vi sconsigliamo quindi una bicicletta normale. Noi ci siamo trovati bene con Gozo Segway: il proprietario è gentile e molto disponibile.
  • Possibilità di un tour di Gozo di mezza giornata o intera giornata. Per maggiori informazioni e per prenotare, cliccate qui.
  • Escursione di un giorno in 4×4 con pranzo e giro in motoscafo. Per più informazioni, cliccate qui.

Dormire a Gozo

Alloggiare a Malta, Gozo

Per visitare Gozo come si deve, vi consigliamo di stare per almeno una notte. In due giorni è possibile visitare i principali luoghi d’interesse senza stress e potrete godervi lo stile di vita gozitano. Se volete alloggiare in una struttura tipica, vi consigliamo le farmhouse. I villaggi più turistici dove vi consigliamo di alloggiare sono:

Dopo le bellezze dell’isola di Gozo, potete anche visitare l’isola di Comino.

Storia di Gozo

In origine, l’isola venne chiamata dai greci gaulos e poi ribattezzata dai romani gaulum – dal latino coppa –  per la sua particolare forma. Una volta arrivati gli arabi al comando ne cambiarono successivamente il nome con quello che conosciamo oggi: Gozo – in maltese Ghaudex.

Una delle leggende mitologiche più famose narra che fu proprio Gozo il luogo dove la ninfa Calipso imprigionò Ulisse per 7 lunghi anni. Ma le bellezze e la storia di Gozo, da sempre intrecciata a quella della vicina isola di Malta, non si limitano alla caverna della ninfa.

A partire dai primi coloni siciliani insediatisi intorno al V millennio a.C., l’isola ha sempre ricoperto un ruolo strategico nel commercio del Mediterraneo: dai Fenici, che introdussero le prime tinte per le stoffe, agli antichi Romani, che la utilizzarono come scalo per l’esportazione di olio e miele all’arrivo del Cristianesimo con l’ordine dei Cavalieri di Malta.

Scavando nella storia possiamo anche trovare tracce di coloni Arabi, Normanni, Turchi e Francesi che, guidati da Napoleone, tentarono la conquista dell’isola nel corso dei secoli. Gozo, insieme all”isola di Malta, ottenne l’indipendenza dal governo britannico nel 1964, divenendo nel 1974 l’odierna Repubblica di Malta e parte dell’Unione Europea nel 2004.

Condividi con i tuoi amici
  • 17
  •  
  •  
  •  
  •  
error: Il contenuto è protetto ;)