I siti Patrimonio UNESCO di Malta

Malta ha tante cose da vedere nonostante la piccola dimensione, certo non si può paragonare all’Italia o paesi più grandi, ma ci sono diverse unicità tutte da scoprire. Oggi aggiungiamo un altro pezzo della nostra guida di Malta e vediamo il patrimonio UNESCO di Malta, i siti che fanno patrimonio dell’umanità.

Infatti, l’isola maltese conta ben 3 località riconosciute ufficialmente dall’agenzia delle Nazione Unite come patrimonio UNESCO. Ma scopriamone di più.

I SITI PATRIMONIO UNESCO di MALTA. I luoghi che fanno parte del patrimonio dell’umanità

patrimonio unesco Malta

Le 3 località che hanno ottenuto ufficialmente il riconoscimento patrimonio UNESCO a Malta sono:

  • Città di Valletta (1980);
  • Templi megalitici di Malta (1980);
  • Ipogeo di Ħal Saflieni (1980).
PATRIMONIO UNESCO A MALTA

1. Città di La Valletta, Malta

La Valletta è sicuramente il sito patrimonio UNESCO più conosciuto. La capitale di Malta è legata alla storia militare e caritatevole dell’Ordine dei Cavalieri di San Giovanni e, nel corso della storia millenaria, è stata governata dai Fenici, Greci, Cartaginesi, Romani e Bizantini subendo tantissime influenze diventando cosi’ un mix unico di cultura e storia.

Nella città della Valletta ci sono ben 320 monumenti collocati in meno di mezzo chilometro quadrato e, proprio per questo, tiene il primato di una delle aree con il patrimonio storico più ricco al mondo rapportato alla dimensione della città. Per tutto il 2018 Valletta è stata designata come Capitale Europea della Cultura, ma di questo ne abbiamo già parlato nella Guida di Valletta Capitale Europea.

Per saperne di più sulla capitale vai alla Guida di Valletta e per il sito UNESCO visita il sito ufficiale.

valletta unesco

SITI UNESCO A MALTA

2. Templi megalitici, Malta e Gozo

In tutta l’isola di Malta ci sono ben 7 templi megalitici risalenti a migliaia di anni fa e anch’essi sono stati riconosciuti nel 1980 come parte del patrimonio UNESCO. Diversi studi archeologici hanno dimostrato come nella costruzione dei templi megalitici siano state usate tecnologie innovative nonostante siano stati eretti durante l’era del Bronzo. Anche i templi di Hagar Qin, Mnajdra e Tarxien, sono dei veri capolavori dell’epoca nonostante si avevano a disposizione conoscenze e materiali molto limitati.

Si stima che i templi di Ggantija a Gozo siano stati costruiti ancor prima di Stonehenge e delle Piramidi.

Puoi vedere le cose da fare a Malta e vedere il sito ufficiale UNESCO.

Ggantija-Temples

mnajdra-equinox-sunrise-unesco

SITI UNESCO A MALTA



3. Ipogeo di Ħal Saflieni, Malta

Il terzo sito patrimonio UNESCO è l’Hypogeum. Si tratta di un’enorme città sotterranea scavata circa 2.500 A.C., usando misteriose tecniche ciclopiche per sollevare gli enormi blocchi di pietra calcarea locale, il limestone. Si dice che l’Hypogeum fu costruito come santuario diventando poi una necropoli. Un vero e proprio pezzo di storia.

Se vuoi visitare l’Ipogeo di Hal Saflieni, ti consigliamo di prenotare ben in anticipo poiché durante la stagione estiva potresti aspettare fino a un mese per la visita.

Sito Ufficiale: heritagemalta.org

hypogeo unesco malta

templi malta unesco

PATRIMONIO UNESCO A MALTA

Ok, ora che sai quali sono i siti che fanno parte del patrimonio UNESCO a Malta, possiamo dire che meritano una visita! 🙂 Ma non finisce qui, Malta ha tantissime altre cose da vedere. Ecco alcuni articoli che ti potrebbero interessare:

Dove dormire a Malta

Cosa vedere a Malta in 2 giorni

Migliori spiagge di Malta

I siti Patrimonio UNESCO di Malta
4.9Punteggio totale
Voti lettori: (1 Vota)

A proposito dell'autore

GiraMundo a Malta

Viviamo Malta da più di 5 anni e abbiamo creato la prima guida di Malta on-line con informazioni utili e gratuite per chiunque voglia venire in vacanza a Malta e per chi voglia vivere a Malta. Il tutto con un tocco originale.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Hai una domanda? Scrivici!