Come trovare lavoro a Malta: siti, info e consigli [aggiornato]

Trovare lavoro a Malta

COME TROVARE LAVORO A MALTA? Tutte informazioni utili e consigli per lavorare a Malta

Trovare lavoro a Malta è tutto sommato facile e negli ultimi anni l’isola ha registrato forte un incremento di espatriati che si trasferiscono per un’esperienza lavorativa a medio-lungo-termine. Infatti, l’economia in continua crescita, le opportunità di lavoro e il buon stile di vita hanno fatto sì che Malta nel 2015 sia stata eletta come terza migliore destinazione per espatriati di tutto il mondo.

Certo, non è tutto rose e fiori come la maggior parte dei media tende a raccontare, ma vediamo se l’isola maltese può fare al caso tuo per un’esperienza di lavoro e un paio di cose utili da sapere.

Lavorare a Malta: si o no?

Precisiamo subito una cosa: vivere e lavorare a Malta non è così facile come tutti pensano. Molti vengono pensando di trovare l’America e fare carriera facilmente, ma una volta nell’isola si realizza molto presto che è tutto più difficile.

Ci sono tanti italiani quindi la concorrenza è alta come il costo della vita e le paghe sono relativamente basse per alcuni settori. Se sei qualificato il discorso cambia in quanto le paghe si alzano. Possiamo dire che le opportunità di lavoro a Malta si dividono in due macro categorie; low-skill e high-skill.

I lavori low-skill fanno riferimento a tutte quelle professioni che non richiedono particolari competenze tecniche e che potenzialmente possono fare tutti facendo esperienza sul campo. Un esempio di questi lavori a Malta possono essere;:

  • cameriere/a
  • barista
  • receptionist
  • commesso/a
  • consegne
  • pulizie
  • operaio/a

E’ bene precisare che per lavorare a contatto con il pubblico sapere l’inglese è quasi indispensabile. Diciamo quasi perché ci sono tanti ristoranti italiani che potrebbero assumere anche con una conoscenza dell’inglese molto limitata. Le paghe per questi settori sono basse partendo dal minimo salariale di 4,15 euro l’ora.

I lavori high-skills si riferiscono alle professioni che richiedono alte competenze tecniche acquisite tramite un percorso di studio o un’esperienza pluriennale. Questi tipi di lavori sono tendenzialmente pagati molto meglio rispetto alla media maltese. I settori dove si può trovare lavoro a Malta in questa categoria sono principalmente i seguenti:

  • settore informatico
  • settore finanziario
  • casinò online / i-gaming
  • helpdesk e call center
  • settore logistico
  • sanità pubblica e privata

Come trovare lavoro a Malta

Ci sono tanti siti dove cercare lavoro dove si possono trovare le ultime offerte lavorative a Malta pubblicate. Abbiamo raccolto i siti più affidabili che usiamo noi stessi per indirizzare amici e conoscenti.

E’ anche utile cercare i gruppi facebook dove vengono postate offerte di lavoro dalle risorse umane dell’azienda stesse.

Vale la pena citare l’industria dei casinò online o gambling, un settore che vede tante aziende trasferirsi a Malta grazie ai regimi fiscali molto convenienti. L’i-gaming rappresenta una delle industrie più allettanti dell’isola in quanto gli stipendi sono nettamente più alti rispetto altri settori e ci sono opportunità di crescita. Ci teniamo a precisare che per noi italiani entrare in un’azienda di casinò on-line è abbastanza difficile in quanto la concorrenza è alta e i casinò con licenza italiana non sono tanti. Puoi tenere d’occhio i seguenti gruppi su facebook per le offerte di lavoro del settore:

In alternativa puoi appoggiarti a delle agenzie per il lavoro che ti aiuteranno a definire il tuo profilo e trovare lavoro. Tra le più popolari troviamo Bettingconnections, Pentasia, SpotOn, I-gaming elite.

Di quali documenti hai bisogno per lavorare a Malta?

Malta fa parte dell’Unione Europea quindi per i primi 3 mesi è necessario solo la carta d’identità italiana in corso di validità.

A seguito dei 90 giorni avrai bisogno del Tax Number, che servirà al datore di lavoro per pagare le tasse sulla tua busta paga, e del National Insurance Number, che corrisponde alla previdenza sociale italiana, per usufruire della sanità pubblica. Queste due registrazioni sono obbligatorie in modo da poter emettere la busta paga in regola.

Se il datore di lavoro non ti richiede nulla vuol dire che stai lavorando in nero e non stai pagando le tasse e, dopo sei mesi di permanenza a Malta, sarai obbligato a lasciare l’isola.

Nel caso tu sia un lavoratore indipendente, dovrai aprire la partita IVA recandoti all’ufficio TVA department a Birkirkara con il form compilato e i tuoi documenti personali. La procedura è abbastanza snella a livello burocratico e le tempistiche sono abbastanza corte.

Consigli per trovare lavoro a Malta

IMPARA L’INGLESE: Venire a Malta e non sapere una parola di inglese potrebbe essere una mossa azzardata. I colloqui si fanno in inglese in quanto e’ la seconda lingua ufficiale dopo il maltese. Se vuoi migliorarti, puoi fare un corso d’inglese.

PREPARA IL CV IN INGLESE: abbiamo visto tanti italiani venire a Malta e consegnare CV in italiano che vengono cestinati nell’immediato. Se vuoi trovare un lavoro in un paese anglofono, il CV deve essere in inglese. Ti consigliamo di crearti un profilo sulla nota piattaforma Linkedn.

SII FLESSIBILE: Non aspettarti di arrivare e trovare il lavoro perfetto e subito. Puoi avere tanti riconoscimenti in Italia ma all’estero si parte da zero. Tieni sempre in mente che stai facendo un’esperienza di vita. Essere umile ripaga a lungo termine, comincia la tua esperienza e quando ti senti pronto a poter aspirare a condizioni migliori, cercale senza aspettare.


Se hai altri dubbi non esitare a scriverci nel box dei commenti sottostante. Un saluto da Giramundo.

Condividi con i tuoi amici
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
error: Il contenuto è protetto ;)